Home Forex Trading Pivot Point: Cosa sono e come si utilizzano

Pivot Point: Cosa sono e come si utilizzano

Scopri cosa sono i Pivot Point e come utilizzarli per individuare importanti livelli di supporto e resistenza "nascosti" nei grafici.

I Pivot Point sono dei particolari livelli di prezzo introdotti per la prima volta da un trader di Chicago, Neil Weintraub e perfezionati successivamente da altri due trader, Charles le Beau e David W.Lucas.

Al giorno d’oggi i Pivot Point vengono utilizzati dai trader di tutto il mondo, principalmente a supporto di strategie di trading intraday.

In questo articolo parleremo quindi dei Pivot Point, di come si calcolano e di quanto possano essere utili per il nostro trading online.

Scaricando gratuitamente il Trading Starter Pack, troverai un indicatore personalizzato per Metatrader che disegna automaticamente i Pivot Point sui nostri grafici. Questo pacchetto compresso che ti arriverà direttamente e gratuitamente via email dopo l’iscrizione, comprende anche tanti strumenti utili al tuo percorso di formazione. SCARICALO SUBITO —->

Non spendere quindi soldi per del materiale che puoi ricevere gratuitamente!

scarica trading starter pack

Cosa Sono i Pivot Point

I Pivot Point sono dei particolari livelli di prezzo individuati grazie all’applicazione di semplici calcoli matematici che segnano dei livelli di supporto e resistenza validi per la sessione di trading successiva.

Si tratta di indicatori utili soprattutto per il trading a breve termine e intraday visto che individuano quei livelli che fungono da perno al prezzo.

Calcolare i Pivot Point è molto semplice e servono i seguenti dati:

  • Prezzo Massimo (H)
  • Prezzo Minimo (L)
  • Prezzo di Chiusura (C)

I Pivot Points sono calcolati come media tra la somma del prezzo minimo, massimo e di chiusura del titolo, quindi PP = ( Minimo + Massimo + Chiusura )/3.

In questo articolo ho deciso di tralasciare i calcoli matematici, visto che fortunatamente esistono diversi strumenti online per ricavare i Punti Pivot di uno strumento finanziario.

Ad esempio il sito Investing.it ti offre una visione in tempo reale dei Punti Pivot di tutte le coppie di valute. Puoi provare a utilizzare lo strumento gratuitamente seguendo questo link.

Se utilizzi la piattaforma di trading Metatrader, ti consiglio vivamente di installare l’indicatore Pivot Point che trovi gratuitamente nel Trading Starter Pack.

Questo indicatore ti evita il disturbo di inserire manualmente i Pivot Point ricavati dalle formule o dal sito di Investing.it e modifica in tempo reale i valori direttamente sui grafici di Metatrader.

Come Interpretare i Pivot Point

I Punti Pivot vengono utilizzati dagli analisi per effettuare delle previsioni future del movimento dei prezzi. Installando l’indicatore Pivot Point su un grafico, verranno segnalate 6 linee di cui 3 per le resistenze (R1, R2, R3) e altre 3 linee per i supporti (S1, S2, S3).

pivot point

Questi livelli possono essere considerati come le aree in cui il prezzo può invertire la propria direzione o effettuare un breakout di continuazione.

Ad esempio, se il prezzo rompe il primo livello di supporto (S1), possiamo interpretare il movimento come un segnale ribassista e prevedere che il prezzo si diriga verso il secondo supporto (S2).

Discorso inverso se il prezzo rompe il primo livello di resistenza (R1) e prosegue in direzione del secondo livello di resistenza (R2).

Se invece il prezzo di uno strumento finanziario, in una fase di trend, non riesce ad effettuare un breakout sul livello R1 ma rimbalza per tornare indietro, ci troviamo di fronte ad una probabile inversione del trend.

L’inversione sarà di tipo rialzista nel caso in cui il rimbalzo di prezzo sia sul supporto e di tipo ribassista in caso di rimbalzo sulla resistenza.

In conclusione, i Pivot Point non sono altro che dei livelli di supporto e resistenza “nascosti” nel grafico e devono essere interpretati come tali.

Come Fare Trading con i Pivot Point

trading con i pivot point

Vediamo adesso come applicare i Pivot Point in senso operativo. Abbiamo detto prima che devono essere considerati come dei livelli di supporto e resistenza quindi le strategie operative sono le stesse.

Ad esempio, in una fase di trading range si apriranno posizioni ribassiste quando il prezzo rimbalza sulla resistenza R1 e rialziste quando rimbalza sul supporto S1.

Nel caso in cui il prezzo effettui un breakout rialzista su R1, apriremo una posizione rialzista fino a quando il prezzo non raggiunga il livello successivo cioè R2.

Raggiunto R2, se il prezzo rimbalza sulla resistenza, apriremo una posizione ribassista se invece effettua un ulteriore breakout manterremo la nostra posizione al rialzo stavolta fino a R3.

Naturalmente in caso di trend ribassista andremo a operare sui supporti (S1, S2, S3) invertendo la tipologia di ordine.

Conclusioni e Consigli

L’individuazione dei Punti Pivot è un passo essenziale quando ti accingi ad analizzare un mercato finanziario e può offrirti importanti spunti operativi.

Naturalmente il solo fatto che il prezzo rimbalzi o effettui un breakout su questi livelli non basta per farti aprire delle posizioni di trading. I Punti Pivot infatti devono essere inseriti in un contesto più ampio ma possono dare ulteriore forza o smentita ad un segnale.

Dal punto di vista strettamente operativo, hanno delle similitudini con i ritracciamenti di Fibonacci, infatti entrambi gli strumenti indicano dei possibili punti di inversione o continuazione del trend.

Adesso quello che devi fare è prendere confidenza con i Pivot Point analizzando direttamente i grafici finanziari. Puoi farlo con Metatrader e l’indicatore che trovi nel Trading Starter Pack.

Se hai qualche dubbio o vuoi aggiungere qualcosa su questo argomento non esitare a scrivere tra i commenti, ti risponderemo al più presto!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here