Home Corso di Trading Corso Trading Base 01 – Introduzione al Forex Trading Online

01 – Introduzione al Forex Trading Online

Questa introduzione al Forex Trading online pone le basi per capire appieno il nostro corso gratuito e iniziare a operare con successo sui mercati finanziari!

introduzione forex trading online
Iniziamo il Corso di Trading Online gratuito offerto da iForexTrading.it, con una completa introduzione al Forex Trading. Raccomandiamo di leggere fino in fondo questa breve introduzione visto che pone le fondamenta per capire l’intero corso.
Prima di iniziare il questa introduzione ti consiglio di scaricare gratuitamente il Trading Starter Pack con tanto materiale gratuito da studiare che ti sarà di grande aiuto per il tuo percorso.

Definizione e Caratteristiche del Forex Trading

La parola FOREX è un acronimo inglese che deriva da FOReign EXchange Market ed è considerato il mercato finanziario più grande al mondo con volumi di scambio davvero impressionanti. Questi alti volumi sono possibili visto che il Forex include tutti gli scambi che avvengono tra Istituzioni bancarie, Banche Centrali, Speculatori, Multinazionali, Governi e noialtri cioè i piccoli investitori privati.

Mentre il mercato delle azioni, ad esempio, ha una sede fisica all’interno di una certa borsa (ad esempio Wall Street), la particolarità del mercato Forex è il non avere nessuna sede fisica e non è disciplinato da nessun ente o soggetto, quindi non segue regole precise.

Questo concetto è molto importante per noi, visto che come vedremo più avanti, la mancanza di regole rende il Forex Trading un mercato per veri squali della finanza, ma noi impareremo a sfruttare certi movimenti a nostro vantaggio.

Il Forex è un mercato Globale aperto 24h su 24h per 5 giorni la settimana, ma gli effettivi orari di apertura dipendono dai vari fusi orari dei Paesi, infatti in Italia è possibile operare sul Forex dalle 23 di domenica fino alle 23 del venerdì successivo.

Come nasce il mercato Forex

Il primo grande passo che ha portato alla creazione di un mercato delle valute è stata la riunione di Breton Woods a cui parteciparono Stati Uniti, Regno Unito e Francia. L’incontro aveva lo scopo di dare forza alle varie economie mondiali offrendo un sistema monetario internazionale.

In questa occasione si prese anche l’importante decisione di sostituire la Sterlina, cioè la valuta di riferimento fino ad allora, con il dollaro statunitense.

Il dollaro quindi diventa il riferimento per le riserve valutarie di quasi tutte le banche centrali e viene legato al valore dell’oro al prezzo di 35 dollari l’oncia. Questo nuovo sistema monetario prevedeva inoltre che le singole Nazioni permettessero un’oscillazione controllata delle proprie valute attorno al valore in parità con il dollaro e non superiore all’1%.

L’incontro di Breton Wood si conclude con l’istituzione del World Bank e del Fondo Monetario Internazionale che avevano il compito di sostenere l’economia mondiale e vigilare sui precedenti accordi.

Tra la fine degli anni ’50 e l’inizio degli anni ’60, il mercato Forex ebbe un forte incremento dei volumi di scambio dovuto anche all’incremento degli operatori che entrarono a negoziare valute. Negli anni 50 infatti venne anche implementato il sistema di comunicazione TELEX che semplificava in maniera significativa l’operatività sui mercati finanziari.

Un fatto di grande importanza che ha portato il Forex al grande mercato libero è stato nel 1967 il rifiuto della Banca di Chicago, per rispettare gli accordi di Breton Wood, di concedere un prestito a Milton Friedman, un professore universitario che aveva intuito la sopravalutazione della Sterlina nei confronti del dollaro. Friedman infatti voleva vendere la valuta britannica per riacquistarla dopo la caduta del prezzo, traendone quindi un considerevole profitto.

Friedman aveva fatto giusti i conti, infatti poco tempo dopo la sterlina collassò rendendo inutile qualsiasi intervento delle banche centrali. Per la prima volta dalla sua fondazione, l’accordo di Breton Wood fallì, grazie anche al rifiuto della Banca Centrale d’Inghilterra di svalutare eccessivamente la Sterlina.

Successivamente anche il marco tedesco subì un forte declino di mercato rispetto al dollaro e la Bundesbank tedesca fu costretta ad intervenire. Nel 1971 è la volta del forte deprezzamento del dollaro rispetto alle altre valute straniere e questa situazione generale portò a aumentare la banda di oscillazione dell’1% decisa a Breton Wood al 2,2%, fino a quando nel 1973 il dollaro subisce una svalutazione di circa il 10%, facendo fallire entrambi gli accordi.

Da questo momento in poi non ci saranno più altri accordi e limitazioni sulle fluttuazioni delle valute e i governi diventano liberi di gestire la propria valuta fissandola ad un prezzo stabilito o lasciandola fluttuare liberamente sul mercato. Dopo il 1975 le banche internazionali diventano le vere protagoniste del mercato dei cambi e il sistema di libera fluttuazione dei mercati diventa ufficialmente operativo.

Negli anni 80 le innovazioni tecnologiche la fanno da padrone e questo influisce fortemente sull’incremento dei volumi di scambio e si inizia a scambiare valuta 24 su 24.

Fino agli anni 80/90, il mercato Forex era riservato solo alle banche e ai soggetti che avevano la possibilità di movimentare grandissimi capitali, visti anche gli enormi costi che si dovevano affrontare per operare.

Grazie all’avvento di internet, il mercato Forex si apre anche ai piccoli investitori e iniziano ad affiorare sempre più Broker che permettono di praticare il trading con costi molto contenuti

Perchè operare sul Forex

Tra i tanti vantaggi che derivano dalla negoziazione Forex rispetto ad altri mercati finanziari possiamo rilevare i seguenti punti:

  1. Il Forex è il mercato con il maggior numero di transazioni a livello mondiale e questsa altissima liquidità di mercato permette ai Broker di accettare qualsiasi prezzo sia in acquisto che in vendita.
  2. I costi di compravendita sono molto contenuti e molti Broker non prevedono commissioni per le operazioni oltre allo Spread, che può essere fisso o variabile. Visita la sezione Broker del nostro sito per trovare il Broker Forex Trading adatto alle tue esigenze.
  3. Possiamo operare sul Forex con capitali molto contenuti grazie all’effetto leva offerto ormai da tutti i Broker; più avanti analizzeremo nel dettaglio questo argomento.
  4. Esistono diverse piattaforme di Forex Trading, sia gratuite che a pagamento. Noi utilizziamo l’ottima Metatrader, giunta ormai alla sua quinta edizione.
  5. E’ stato ormai comprovato che il mercato Forex è quello che più si adatta all’analisi tecnica pura, riscontra trend affidabili e i livelli di supporto e resistenza risultano essere attendibili.

So che abbiamo già inserito alcuni termini tecnici, ma se sei completamente a digiuno di Forex Trading, limitati al momento solo ad memorizzare questi termini, visto che nel corso della nostra guida affronteremo dettagliatamente tutti questi argomenti.

Gli Orari del Forex Trading

orari forex trading online
Clicca per scaricare l’immagine

Gli orari di maggiore liquidità e quindi i momenti migliori per alcuni tipi di trading (che vedremo più avanti), sono gli orari in cui si sovrappongono le varie sessioni, come dalle 14 alle 18 per (Londra/New York) o dalle 01.00 alle 08.00 con la sovrapposizione dei mercati di Sidney e Tokyo.

I Soggetti che operano nel Forex Trading

Nello scenario del Forex Trading Online, operano sei soggetti principali. E’ molto importante per noi conoscere quali sono questi soggetti visto che il loro modo di agire spesso influenza l’andamento dei mercati.

  1. BANCHE D’AFFARI: si tratta di grandi banche connesse tra loro che negoziano più della metà del volume di tutti gli scambi mondiali e riescono ad operare con Spread molto bassi;
  2. BANCHE CENTRALI: sono soggetti sovranazionali che operano sul mercato Forex per motivi di politica monetaria;
  3. FONDI DI INVESTIMENTO: sono istituti di intermediazione finanziaria che operano sul Forex per diversificare i propri portafogli azionari;
  4. MULTINAZIONALI: operano sul mercato Forex principalmente per effettuare grandi speculazioni o per annullare i costi di cambio;
  5. HEDGE FOUND: operano semplicemente per effettuare grandi speculazioni e ancora più grandi profitti;
  6. PICCOLI INVESTITORI: Eccoci qui noi!

I Tipi di Ordine nel Forex Trading

Quando iniziamo a fare trading online, abbiamo la possibilità di scegliere tra diverse tipologie di ordine all’interno delle diverse piattaforme di trading online.

Gli ordini più comuni possono essere suddivisi in quattro categorie:

  • Ordini a mercato;
  • Ordini Limite;
  • Ordini Stop;
  • Ordini Contingenti;

Non sempre i Broker permettono la scelta di tutti e quattro le categorie di ordini ma di solito le prime tre non mancano mai, mentre potreste trovare difficoltà nel trovare Broker che permettono gli Ordini Contingenti.

Nelle prossime lezioni vedremo nel dettaglio tutti i tipi di ordini, con tanto di esempi operativi.

 Leva Finanziaria nel Trading Online

Ormai tutti i Broker Forex offrono la possibilità di scegliere una leva da applicare al nostro capitale investito.

La leva finanziaria è una strategia di investimento che ci permette di aumentare i nostri profitti ( o le perdite) utilizzando del denaro in prestito dal Broker, quindi si tratta di denaro che il nostro Broker ci presta per fare trading online.

Possiamo trovare Broker che offrono una leva di 200:1 fino anche a 1000:1, quindi per ogni euro investito realmente possiamo mobilitare fino a 200€ nel caso di una leva 200:1.

Quando operiamo con una leva finanziaria di 200:1, significa che per aprire una posizione da $100.000 con un margine richiesto dal Broker dell’1%, noi possiamo operare con solo $1.000 sul nostro conto. Se operiamo con una leva di 400:1 allora possiamo avere sul conto solamente $500 e così via.

Nella lezione dedicata alla Leva finanziara e al margine, vedremo nel dettaglio come sfruttare al massimo la leva finanziaria offerta dai Broker e impareremo anche quali sono i rischi di operare con leve troppo alte.

Concludiamo qui queste introduzione al Forex Trading Online, invitandovi a seguire le nostre lezioni per iniziare davvero a operare nel mercato Forex.

Nella prossima pagina troverete un Glossario dei termini più utilizzati nel Forex che vi sarà utile per comprendere pientamente il nostro Corso di Trading.

Non dimenticate inoltre di iscrivervi gratuitamente alla nostra Newsletter per scaricare, sempre gratis, il Trading Starter Pack, indispensabile per proseguire il nostro corso e iniziare a fare trading.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here