Home News Finanza Enel sposa lo smartworking: i dipendenti potranno lavorare da casa un giorno...

Enel sposa lo smartworking: i dipendenti potranno lavorare da casa un giorno a settimana

[ad_1]

Enel crede nello smartwarking, la modalità di lavoro che sfrutta le opportunità offerte dalle nuove tecnologie come strumenti utili a conciliare produzione e vita privata. I dipendenti di una delle più grandi aziende italiane potranno infatti decidere se lavorare da casa un giorno a settimana. Ad oggi lo smartworking è stato testato da 500 dipendenti, ma presto potrebbe essere esteso a circa 7000 lavoratori. Martedì 4 aprile, infatti, i rappresentanti sindacali di Filctem Cgil, Flaei Cisl e Uiltec Uil hanno siglato un accordo con la società, in base al quale potranno decidere se aderire allo smartworking tutti i lavoratori che siano impiegati da più di un anno e che non siano contrattualizzati con part time verticali o apprendistato. Nella giornata di lavoro da casa il dipendente, che riceverà copertura assicurativa, dovrà offrire reperibilità a capi ufficio e colleghi, ma non potrà fare straordinario.

Il timore che il dipendente sia meno produttivo da casa sembra essere stato scacciato dai risultati ottenuti dal test che ha coinvolto 500 dipendenti. Come osservato al Corriere da Paolo Pirani, segretario generale della Uiltec, “il timore delle aziende di avere dipendenti che lavorano meno della media è infondato. Spesso il rischio in realtà è contrario”. La scommessa di Enel sullo smartwork potrebbe fungere da apripista ad una modalità di lavoro utile tanto al dipendente, che così è più vicino alla famiglia e riduce alcuni costi (quale il trasporto), e all’azienda che ridurre le spese connesse alle postazioni di lavoro.


[ad_2]

Fanpage.it – fonte proprietaria dell’articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here